Che cos’è il Problem Solving? Per me è il processo cognitivo, motorio o esperienziale utilizzato per trovare soluzioni semplici a problemi più o meno complessi, che non possono essere superati facendo ricorso alle proprie esperienze e conoscenze.

Problem Solving

Ogni giorno, tutti noi pensiamo di ricorrere al problem solving per superare le criticità delle nostre vite, personali e professionali. In realtà, vedo adottare “soluzioni” che in molti casi mantengono i problemi, in altri addirittura peggiorano la situazione. Tanti si professano esperti di Problem Solving. Chiedete loro una definizione di problema e verificate se vi soddisfa. Ho qualche dubbio.

Quali sono i campi di applicazione del problem solving? Sono tanto ampi quanto vasta è la definizione di problema che viene utilizzata. Se in passato mi sono occupato sia di problemi professionali sia personali, ora la mia specializzazione verte sui primi, ciò che io definisco Problem Solving Aziendale.

Quali sono gli ostacoli alla scoperta della soluzione di un problema? Secondo la mia esperienza, personale e professionale, i maggiori sono dati da una scarsa elasticità mentale e dalla mancata disponibilità a mettersi in discussione. Non dimentichiamo che colui che avverte un problema, in realtà, è anche colui che lo genera. Pertanto, osservandolo con una prospettiva più ampia e funzionale, potremmo affrontarlo e considerarlo come un’opportunità per cambiare e migliorare, drasticamente, uno o più aspetti di noi stessi e della nostra vita.

Quali competenze richiede il problem solving? Elasticità mentale, creatività, capacità di pensare senza limiti, disponibilità a mettersi in discussione e a cambiare, sintesi, eleganza di pensiero, abilità nel trovare e capire le opportunità che il problema porta.