Psyche k, psychk, psyk… PSYCH-K® !!

E potremmo continuare con psich-k, psyck-k, pshy-k… Due sono i fatti. La tecnica PSYCH-K® ha un nome impronunciabile ed inscrivibile per la maggior parte degli italiani. Il successo che sta riscuotendo, nonostante ciò, è davvero sorprendente.

Rob Williams, PSYCH-K

Rob Williams, ideatore di PSYCH-K

Nata nel 1988 negli Stati Uniti grazie al dott. Rob Williams, psicoterapeuta ed esperto di numerose discipline, la tecnica PSYCH-K si sta diffondendo sempre più anche in Italia. In estrema sintesi, PSYCH-K è una tecnica energetica e di psicologia del cambiamento che consente, grazie all’utilizzo di test muscolari kinesiologici, di verificare e superare conflitti fra la mente inconscia e quella conscia di una persona. Infatti, se a livello razionale sappiamo bene una cosa, come ad esempio seguire una dieta bilanciata e fare movimento se desideriamo dimagrire, ad un altro livello (quello inconscio), c’è qualcosa più forte che sembra lavorare contro di noi e che, magari, ci porta ad aprire il frigo e a svuotarlo a mezzanotte. Proprio per casi come questo e molti altri (smettere di fumare, migliorare fiducia ed autostima, superare una paura o un evento stressante…), Rob Williams ha creato nel 1988 una tecnica molto potente, naturale, veloce e rispettosa per raggiungere tutti quegli obiettivi e quei cambiamenti per i quali forza di volontà e razionalità non sono sufficienti.
Come abbiamo detto il nome è particolare, come molto particolare è la tecnica. Quando ho frequentato il corso avanzato per Facilitatore PSYCH-K, Larry Valmore, numero due di PSYCH-K, ha raccontato un aneddoto molto divertente a questo riguardo. Una sera Rob Williams stava cenando con alcuni partecipanti ad un suo corso. Fra questi c’era una donna, una “letterologa” (traduzione dall’inglese, nel senso di persona esperta nell’analisi delle parole e della loro composizione, l’equivalente letterario di un numerologo). Dal momento che durante il corso c’erano state molto osservazioni riguardo alla particolarità ed alla difficoltà del nome, questa donna chiese a Rob Williams se avesse piacere di conoscere che cosa si poteva evincere dall’analisi delle lettere che compongono la parola PSYCH-K. Rob Williams acconsentì con piacere. Così la donna, dopo essersi presa alcuni minuti, disse che il nome PSYCH-K “rimanda ad un qualcosa di molto particolare ed esclusivo, sicuramente non alla portata di tutti. Contraddistingue quindi una tecnica che si rivolge a persone con un profondo senso spirituale, che credono nella reincarnazione e che, in una vita precedente, sono state sciamani, sacerdoti, guaritori o figure simili…” Dopo aver sentito tutto ciò, Rob Williams ha esclamato con molta soddisfazione:”Era proprio ciò che volevo. Il nome è perfetto”.

Per maggiori informazioni su PSYCH-K e per effettuare una sessione gratuita di prova, utilizza questo link.